Come cambia la città nel 2022

Abbiamo cercato — nel limite del possibile — di riassumere il più brevemente possibile il grande carico di lavoro che ricadrà sulla città di Bergamo in questo 2022: un anno intenso per quel che riguarda i cantieri e le opere previste in città, lavori previsti, per altro, un po’ ovunque, dal centro ai quartieri a Città Alta. Ecco una rapida carrellata.

Sarà un anno decisamente intenso questo 2022, a Bergamo, per quel che riguarda i cantieri e le opere pubbliche: nelle scorse settimane l’Amministrazione ha annunciato la conclusione della progettazione di tanti interventi e quindi proseguono ora gli iter di assegnazione e di avvio dei lavori.

Per gli automobilisti si preannunciano possibili disagi — di cui si è già scusato in anticipo anche il Sindaco Gori, nel suo tradizionale video di fine anno — e sarà quindi conveniente, soprattutto in termini di tempo, spostarsi in città in modi alternativi. La pioggia di cantieri prevista per il prossimo anno è anche conseguenza di un 2023 che vede la città Capitale Italiana della Cultura: logico quindi che Bergamo lavori per “tirarsi a lucido” in vista dell’appuntamento.

Innanzitutto rotatorie.

Sarà anche l’anno delle rotonde: replicare il successo di quella della Malpensata sembra essere la parola d’ordine, una scelta talmente convinta che viene replicata in molti luoghi della città. Via i semafori, quindi, in diversi punti di Bergamo: all’incrocio tra via Autostrada e via Carnovali arriva una rotatoria da quasi 50m di diametro con una fontana nel centro.

In via Baschenis, al posto del benzinaio demolito, arriva un rondò che riordina quel complesso incrocio, un dedalo di precedenze che potrebbe finalmente essere snellito; al nodo di Pontesecco, due incroci trafficati perché costituiscono il punto di contatto tra città e Val Brembana, sono previsti quindi addirittura due differenti rondò (e c’è da scommettere che di disagi ce ne saranno parecchi).

Ma anche dove le rotatorie ci sono già, sono previsti interventi importanti: per esempio al Rondò delle Valli, dove a gennaio 2022 partiranno i lavori per una sorta di soprelevata che permetterà di collegare direttamente la Valle Seriana alla città senza dover entrare nella rotatoria. Oppure al rondò dell’A4, dove Comune, Provincia, Regione mettono mano all’odioso svincolo che dal 1990 genera incidenti e tamponamenti uno dopo l’altro: 2 anni di lavori, tutti per “rompere” la rotazione delle auto e incanalare gli automobilisti verso le rispettive destinazioni, con l’obiettivo dichiarato di diminuire la pericolosità dell’attuale rondò.

Centro e Città Alta si rifanno il look

Tocca poi al Centro Piacentiniano. Che è già cantiere da un po’, ma i lavori sono destinati ad accelerare nel prossimo anno: piazza Dante sarà pronta per la primavera, il Sentierone e tutta l’area intorno il Teatro Donizetti sarà completata entro la fine di aprile, con lo stesso stile che abbiamo già potuto ammirare in piazza Cavour e davanti alla Chiesa di San Bartolomeo. Via l’asfalto, arriva la pavimentazione in pietra, aumentano il verde e le aree depavimentate. Già in inverno 2022 toccherà poi a Piazza Matteotti, stesso stile, solo che in questo caso saranno piantati anche una quindicina di alberi e le auto saranno spostate fuori dal centro piacentiniano. l’Amministrazione prevede nel 2022 il restauro e la pulitura della Torre dei Caduti, ma anche un nuovo sistema di illuminazione per valorizzare al meglio i monumenti lungo tutto il sistema del centro di Bergamo bassa.

Toccherà correre, perché l’inaugurazione della Capitale della cultura 2023 è prevista per Santa Lucia ed è probabile che si inizi con un evento proprio nel centro città.

Anche in via Zambonate il Comune partirà con lavori simili a quelli che hanno reso via Tiraboschi quella che è ora: allargamento dei marciapiedi, arredo urbano, piante e fiori per migliorare e ridare dignità a un’area che al momento sembra semplicemente il retro dei negozi di via XX Settembre. Con la stessa ratio si lavorerà poi anche lungo Borgo Santa Caterina, con l’allargamento del marciapiede di sinistra, la posa di nuovi dehors, nuovo arredo urbano, panchine e una nuova pista ciclabile al posto della preferenziale del bus.

Novità anche per Bergamo Alta: oltre ai lavori sulle scalette Cornasello e Fontanabrolo, il Comune restaurerà la fontana del Contarini in piazza Vecchia, ma soprattutto parte il cantiere pilota per la sistemazione di tutte le tubazioni di acqua e gas sotto la Corsarola: i servizi sono vecchi di almeno 60 anni e c’è bisogno di intervenire viste le magagne segnalate e rattoppate negli ultimi anni. Lavori in vista anche sui muri del Parco della Crotta e sul viadotto di Porta Garibaldi, in entrambi i casi per evitare cedimenti e possibili fessurazioni.

Sarà anche l’anno buono — si spera — per il parcheggio della Fara, avviato nel lontano 2003 e ora pronto all’ultimo pezzo di cantiere: a inizio anno dovrebbe partire la costruzione del multipiano, entro fine anno si coprirà la struttura, verrà realizzato il parco di superficie, si termineranno i lavori nel corso del 2023.

Nei quartieri

Anche nei quartieri della città sono tanti gli interventi previsti: il Comune interverrà per mettere a posto gli spazi pubblici davanti alle due chiese di Campagnola e nel cuore di Colognola, nel tentativo di creare delle “piazze”, spazi di incontro con arredo urbano di qualità e quindi più vivibili.

Sempre a Colognola, a inizio 2022 dovrebbero partire i lavori per la nuova passerella sopra la circonvallazione, a collegare il quartiere con il parco Ovest e il quartiere di San Tomaso.

Lavori in vista anche a Boccaleone, con la sistemazione di via Rosa — con l’allargamento dei marciapiede — e la realizzazione di un nuovo parcheggio da 75 posti gratis accanto all’oratorio. Sempre nel quartiere è probabile che il 2022 sia anche l’anno dell’inizio dei lavori per il collegamento ferroviario verso l’aeroporto, anche se Ferrovie dello Stato non ha al momento fornito alcun crono programma preciso. Lavori previsti anche sul viadotto del quartiere, tra via Novelli e via Borgo Palazzo.

Nel quartiere di Malpensata, poi, dovrebbe concludersi il cantiere per il nuovo palazzetto polifunzionale e iniziare il grande lavoro di ampliamento del parco del quartiere, de-pavimentando il piazzale di asfalto e completando il piano di riqualificazione del quartiere. È previsto anche il primo lotto di intervento per la riqualificazione del centro civico di via Furietti, con la nuova configurazione della sala polifunzionale.

Montelungo e Sant’Agostino, Chorus Life

Molto altro bolle in pentola, come la conclusione dei lavori, da parte dell’Università di Bergamo, sul complesso monumentale di Sant’Agostino, con il restauro del chiostro piccolo. Sarà anche l’anno in cui saranno avviati gli appalti per la realizzazione del grande studentato dentro le caserme Colleoni e Montelungo, nel cuore della città: a gennaio dovrebbe partire l’iter che affiderà a un SGR la gestione dei cantieri e di lì l’affidamento dei lavori.

Vanno spediti i lavori per la conclusione del nuovo quartiere Chorus Life, tra via Serassi e via Bianzana: entro fine anno è prevista l’inaugurazione di tutto il comparto, che ospiterà la nuova Arena per lo sport di Bergamo, zone residenziali e verdi, un grande parcheggio interrato d’attestazione e un palazzetto dello sport di proprietà del Comune di Bergamo. Sarà anche aperta la nuova strada che collegherà via Serassi direttamente a via delle Valli.

Altro ancora

Altri potenziali disagi al traffico verranno però anche da altri interventi non direttamente comunali: A2A intende continuare ad estendere la rete del teleriscaldamento, che molti vantaggi dal punto di vista ambientale garantisce rispetto ai sistemi tradizionali di riscaldamento, in molti punti della città, lungo le principali direttrici di traffico verso est e soprattutto verso sud. Poi il Comune penserà alle nuove asfaltature, anche delle circonvallazioni cittadine (qui saranno sostituiti 25mila mq di asfalto), alla messa in sicurezza di attraversamenti pedonali, al potenziamento dell’illuminazione pubblica. Tante novità anche sul tema della ciclabilità urbana, ma a quello dedicheremo un appuntamento a parte.

--

--

--

Profilo dell’Amministrazione comunale di Bergamo/Official account of Bergamo municipality.

Love podcasts or audiobooks? Learn on the go with our new app.

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store
Comune di Bergamo

Comune di Bergamo

Profilo dell’Amministrazione comunale di Bergamo/Official account of Bergamo municipality.

More from Medium

Reflections on design and sustainability, and what should come next

Evaluating Newid: Digital for the Third Sector

Humanity’s DNA… Recoding our trauma story

“There is No Definition of Agile — Hooey!” from an Old Blog